TRASPORTI

Travelcard: cos’è, come funziona e le differenze con la Oyster Card

|
AEMORGAN
EU Network

Per spostarsi per Londra con i mezzi pubblici ci sono tre opzioni: utilizzare una Oyster card, una Travelcard oppure la carta di credito con pagamento contactless. L’ultimo metodo, introdotto più recentemente, è quello più pratico perché non richiede nessun biglietto, ma basta strusciare la propria carta di credito sul lettore apposito quando si sale sul bus o si arriva al tornello della metro. Tuttavia, per chi preferisce i tradizionali metodi i pagamento, vediamo come funziona la Travelcard e la differenza che c’è con la Oyster card.

La Travelcard è un biglietto cartaceo disponibile nell’opzione giornaliera (daily), settimanale (weekly) e mensile (monthly). Il biglietto giornaliero può essere inoltre fornito in due diverse modalità: day anytime – per viaggiare sempre durante il giorno (vale dal momento in cui si fa il primo viaggio alle 04:30 della mattina seguente) – e il Day Off-Peak, che invece può essere usato solamente dopo le 9:30 dal lunedì al venerdì e tutto il giorno il sabato, la domenica e giorni festivi (anche in questo caso il biglietto giornaliero scade alle 04:30).

Quello settimanale invece può essere usato illimitatamente per 7 giorni fino alle 04:30 del giorno di scadenza del biglietto. Non esiste invece più l’opzione Travelcard da 3 giorni. Come saprete, Londra è divisa in nove zone, e, a seconda delle aree in cui c’è bisogno di spostarsi, si può scegliere se comprare un biglietto zona 1-2, 1-3, 1-4, 2-3 e così via (ovviamente più aumentano le aree coperte più il prezzo del biglietto sale).

Per la Travelcard giornaliera, tuttavia, è stata eliminata la possibilità di avere una tariffa ridotta che copra solo la zona 1-2, ossia le zone centrali di Londra visitate generalmente dai turisti, ma la minima copertura è la zona 1-4, che, da gennaio 2018, avrà un costo di £12.70 (sia formula Anytime sia Off Peak).

La Oyster card, invece, che è una tessera di plastica che ha un costo di deposito di £5, può essere usata tramite metodo pay-as-you-go, ossia si ricarica la tessera con la cifra da noi desiderata (es. £10, £20) e viene scalato il costo di un tragitto ogni volta che se ne effettua uno. Questa formula prevede però un tetto (cap in inglese): giornalmente, indipendentemente dal numero di viaggi che si effettuano, non si spenderà comunque più di £6.80 (da gennaio 2018).

Esistono poi gli abbonamenti settimanali e mensili da utilizzare con la Oyster card, che non sono altro che le Travelcard settimanali e mensili che vengono caricate sulla card invece di essere cartacee. I costi, le zone e i mezzi che si possono utilizzare sono gli stessi: bus, tram, metro, treni metropolitani, la DLR e la Overground.

Una Travelcard settimanale zone 1-2 costa £33 (da gennaio 2018 £34.10), mentre una mensile £126.80 (da gennaio 2018 £131). Esiste anche l’annuale a £1320, che a gennaio aumenterà a £1364. Qui trovate lo schema riassuntivo con tutte le tariffe per il 2018. È importante sottolineare che le Travelcard settimanali e mensili possono essere comprate in formato cartaceo solo se prenotate in anticipo online sul sito del visitor shop; una volta arrivati a Londra, l’unica opzione possibile è ricaricare la Travelcard da 7 o 30 giorni su Oyster card.

Cosa hanno in comune Oyster e Travelcard?

  • permettono di utilizzare gli stessi mezzi: bus, tram, metro, treni metropolitani, la DLR e la Overground;
  • l’utilizzo del bus è dezonato (anche con una Travelcard giornaliera 1-4 o una Oyster settimanale 1-2 con il bus si può arrivare fino in zona 9);
  • sia la Travelcard che la Oyster offrono l’opzione anytime e off-peak (cioè quando si viaggia in momenti della giornata non considerati di punta);
  • Travelcard settimanale e mensile caricata su Oyster (la formula utilizzata da tutti i rivenditori a Londra) è identica al biglietto cartaceo (disponibile solo con prenotazione online).

Quali sono le principali differenze?

  • La Travelcard giornaliera è cartacea, la Oyster in plastica;
  • La Oyster non permette di caricare una Travelcard giornaliera, ma si può solo utilizzare la formula pay-as-go ( o gli abbonamenti settimanli/mensili/annuali)
  • Per la Oyster esistono tariffe ridotte per chi viaggia solo su bus e tram, ma non in metro, mentre la Travelcard è unica;
  • La Oyster, quando si viaggia, va passata sopra il lettore giallo o rosa che si trova ai tornelli delle stazioni o accanto all’autista sul bus, mentre la Travelcard va inserita nell’apposito lettore o mostrata all’autista sull’autobus;
  • La Oyster ha un costo di deposito pari a £5 rimborsabili. Se non si restituisce è comunque riutilizzabile tutte le volte che si vuole e, a meno che non si benefici di sconti particolari, non è nominativa quindi la possiamo prestare ad amici e conoscenti.

Conviene usare la Oyster card o la Travelcard?

Dipende. In genere, visto che il cap della formula pay-as-you-go con Oyster è di £6.60 (fino al 31/12) al giorno e la Travelcard giornaliera costa £12.30, anche considerando i £5 di deposito, l’opzione Oyster è quella meno cara. Se proprio non si vuol acquistare la Oyster, comunque, non comprate mai i biglietti singoli per una corsa, che costano £4.90 per le zone 1,2 e 3 – meglio, in questo caso la Travelcard. Per soggiorni di 6-7 giorni, invece, la Travelcard settimanale (sia su Oyster che cartacea) è da preferire al pay-as-go. L’unico vantaggio nel fare la Travelcard cartacea è che è possibile usufruire dell’offerta 2for1, che consente di entrare in molte attrazioni di Londra spendendo la metà. Questa offerta non è infatti disponibile su Oyster.

Il tuo voto: 3
Voti totali: 5