Logo Londra Da Vivere
TRASPORTI/TRENI

Diretto Londra Barcellona in cuccetta: possibile entro il 2024

|
EU Network
AEMORGAN

Dopo il treno diretto tra Londra e Amsterdam, stanno per arrivare importanti novità per chi si sposta spesso nel Vecchio Continente. L’ultima relazione della High Spreed Rail Group spinge infatti per creare nuove tratte tra Londra e importanti città europee come Barcellona o Berlino; il tutto con la comodità e l’eco-sostenibilità di un treno notturno ad alta velocità.

In teoria, i treni notturni da Londra all’Europa facevano parte dei piani originali del Tunnel della Manica; dovevano chiamarsi Nightstar e avrebbero dovuto rivoluzionare i trasporti ferroviari per i cittadini UE. Senonché, l’avvento delle compagnie aree low-cost ha trasformato radicalmente il mercato, rendendo inutile l’implementazione di ulteriori servizi. Tant’è che, un passeggero aereo su 12 è cittadino inglese, e a distanza di 25 anni dalla creazione del Tunnel della Manica, la maggior parte del traffico tra UK e UE avviene per via aerea.

Ma ora, con la pandemia a complicare le cose e la crescente sensibilità dell’opinione pubblica verso i problemi ambientali, il trasporto aereo ha subìto una vigorosa battuta d’arresto. È il momento giusto, in altre parole, per iniziare a diversificare l’industria della mobilità, e creare nuove opportunità che impattino meno su salute e ambiente.

D’altro canto, alcune delle principali destinazioni europee sono molto vicine al Regno Unito, e in tutto il continente esistono infrastrutture ferroviarie ad alta velocità; dunque ha senso iniziare a investire per collegare meglio Londra a mete come Berlino, Barcellona o Vienna.

Ad oggi, per raggiungere tali destinazioni dalla capitale inglese via terra, l’unica opzione è con lunghi viaggi in pullman; l’alternativa è una peregrinazione della speranza con diversi cambi e una spesa tale da rendere l’esperienza al contempo sgradevole e cara. A mo’ di esempio, basti pensare che la corsa Londra Barcellona in treno richiede da 1 a 4 cambi e fino a 12 ore complessive, per un costo di almeno 80£. Un volo da Luton di due ore a settembre, per dire, viene 28£.

Ma se tutto andrà come sperato, entro il trentesimo anniversario dall’inaugurazione dell’Eurotunnel nel 2024 potremmo goderci nuovi servizi diretti tra Londra e le principali destinazioni turistiche e di business del Vecchio Continente.

“Siamo impegnati nel supportare la crescita del viaggio internazionale su rotaia, incluso un potenziale servizio di cuccetta” ha chiosato un portavoce del Dipartimento dei Trasporti inglese. “Il tutto per fornire connessioni più flessibili e meno impattanti sull’ambiente. Siamo pronti a collaborare con qualunque operatore che presenti una proposta commerciale valida.” Insomma, le premesse ci sono tutte: dita incrociate.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0