Logo Londra Da Vivere
TRASPORTI/TRENI

Trenitalia sbarca a Londra! Collegherà la capitale UK alla Scozia

|
EU Network
AEMORGAN

Anche i treni britannici parleranno presto italiano: Trenitalia Uk, la controllata inglese della società che ben conosciamo nello Stivale, ha infatti vinto, insieme alla società ferroviaria scozzese FirstGroup, il servizio di trasporti che collega Londra alla Scozia, ovverosia la linea principale della costa occidentale.

Insieme le due compagnie (che partecipano rispettivamente al 30 e 70%) dovranno migliorare il servizio in precedenza offerto da Virgin Trains: la concessione ha una durata di 12 anni.

I numeri parlano di 39 milioni di passeggeri all’anno sui collegamenti intercity tra Londra, Edimburgo e Glasgow nonché la tratta ad alta velocità fra Londra e Birmingham. Un totale di 1250 miliardi all’anno di ricavi, con previsioni di crescita, stando ai due partner.

Una smacco per il miliardario Richard Branson, il quale ha assicurato che tutto lo staff attualmente in servizio verrà trasferito sulla nuova compagnia. D’altro canto anche il managing director di First Rail, Steve Montgomery, ha affermato che Virgin ha fatto un ottimo lavoro in passato, ma che il governo voleva qualcuno al passo con le richieste degli utenti.

Lo storico Pendolino, il modello di treno elettrico ormai 17enne, sarà ammodernato entro un anno con nuove poltrone e più spazio per le valigie. I convogli della linea Voyagers, ancora a diesel, usati in alcuni tratti della linea Scozia – Londra passando per Birmingham, saranno invece sostituiti da un nuovo modello di treno elettrico non ancora rivelato.

Per quanto riguarda i servizi accessori, il Wi-Fi a bordo sarà migliorato e diventerà gratis per tutti i passeggeri, mentre una app libero di streaming video andrà a sostituire BEAM della Virgin.

Naturalmente soddisfatto l’ad di Fs Italiane, Gianfranco Battisti, il quale ha affermato che dopo soli tre anni nel Regno Unito ormai “Trenitalia è ora uno dei principali operatori ferroviari in Europa: presente nei mercati francese, tedesco, greco e in partnerhisp austriaco e svizzero, oltreché in Italia e nel Regno Unito. La nostra ambizione è di crescere ulteriormente nel Regno Unito e altrove nei prossimi anni”.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1