“Salario minimo”, il Governo UK pubblica la lista delle aziende che non lo rispettano

“Salario minimo”, il Governo UK pubblica la lista delle aziende che non lo rispettano

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il Governo britannico continua la sua battaglia contro i datori di lavoro che non garantiscono il minimum wage, ovvero la paga minima oraria, ai loro dipendenti. Lo scorso 23 Febbraio sono stati, infatti, pubblicati i nomi di 70 imprenditori che vanno ad aggiungersi ad altri 92 identificati e sanzionati nei mesi scorsi.

I nomi sono stati diffusi dal Department for Business, Innovations & Skills (quello che in Italia è il Ministero dello Sviluppo Economico) che a Ottobre 2013 ha introdotto le nuove norme circa la paga minima ai dipendenti.

Con il minimum wage qualsiasi azienda del Regno Unito è tenuta a corrispondere al proprio dipendente il salario minimo orario che -con cadenza periodica- viene stabilito da una commissione tecnica indipendente, valutando le condizioni generali dell’economia e del mercato del lavoro inglese.

I valori attualmente in vigore sono: £ £6,50 all’ora (8,87 € all’ora) per i lavoratori adulti dai 21 anni in su; £5,13 all’ora (7,00 € all’ora) per i lavoratori di età compresa tra i 18 e i 20 anni; £3.79 all’ora (5,17 € all’ora) per quelli di 16 e 17 anni e, infine, £2.73 all’ora (3,72 € all’ora) per gli apprendisti.

I 70 datori di lavoro devono ai dipendenti un totale di £157.000 (214.512€) di salari non corrisposti, per loro oltre al “pubblico biasimo” hanno ricevuto multe che vanno oltre le 70 mila sterline e in alcuni casi più gravi potrebbero finire in tribunale.

Ms Jo Swinson, il Minister, ha dichiarato: Pagare meno del minimum  wage e’ una pratica illegale, immorale e completamente inaccettabile. Rendere pubblici e biasimare i nomi di coloro che commettono questo reato e’ un modo per mandare un chiaro segnale ai datori di lavoro che pensano di ignorare questa norma e far capire loro che, se decidono di non pagare il minimo dovuto ai loro dipendenti, rischiano gravi ripercussioni d’immagine e multe finanziarie fino a 20.000 sterline”.

Se siete tra i lavoratori che non ricevono il minimum wage, il governo ha messo ha disposizione una sorta di “telefono amico” dove poter denunciare, anonimamente i datori di lavoro.

Si chiama “Pay and Work Rights Helpline”:

Telefono: 0800 917 2368
Text (SMS): 0800 121 4042

Il centralino è aperto da lunedì a venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti