Unmapped: due artiste italiane a confronto con il tessuto urbano londinese

Unmapped: due artiste italiane a confronto con il tessuto urbano londinese

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Due artiste e architette italiane si incontrano a Londra e danno vita ad Unmapped: un’esposizione video-fotografica che sarà ospitata dall’8 al 13 dicembre presso la galleria A-side B-side, agli Hackney Downs Studios di Londra.

Martina Ferrera e Carla Motola, entrambe artiste e architette, si confronteranno sul concetto di spazio architettonico all’interno del tessuto urbano.

martina-ferrera unmappedIl lavoro fotografico di Martina Ferrera indaga vulnerabilità e obsolescenza degli spazi architettonici. Attraverso i suoi scatti le strutture vengono decontestualizzate dal luogo di origine, assumendo significati totalmente differenti. Quale città meglio di Londra, con la sua fisionomia in costante mutamento, per raccontare questi scenari e spingere alla riflessione che si articolerà lungo tutta l’esibizione?

carla motola unmapped

Riflessione attraverso immagini e video, come nel lavoro di Carla Motola che indaga il valore sociale dello spazio architettonico, contestato e reclamato, denunciando la privatizzazione degli spazi pubblici.

Temi “caldi” per Londra, in cui da anni ormai si dibatte il fenomeno della gentrificazione e le assurde regole del mercato degli alloggi sono una pena per tutti.

L’esibizione, curata e organizzata da Rossella Forlè e Silvia Gentili, sarà inaugurata il prossimo 8 dicembre, per non perdere nessun aggiornamento nel frattempo, potete seguire la pagina facebook dedicata all’esposizione.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti