TEMPO-LIBERO/EVENTI

L’albero di Natale di Trafalgar Square: ritorna il simbolo più bello dell’amicizia tra le nazioni

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Qua a Londra ci vogliono far credere che il Natale inizi a novembre, quando si accendono le luci delle vie commerciali. Ci vogliono far credere che questo sia un paese senza cuore, che pensa solo a come sfruttare le festività per il proprio tornaconto economico. Be’ sai che novità: l’Italia, e sono sicuro anche altri paesi, non sono molto diversi. Eppure c’è qualcosa che conta molto più dei soldi, e Londra lo sa: è la fratellanza tra i popoli.

Ma andiamo con ordine prima di scadere nel melenso, che non mi si addice proprio. A Londra c’è una tradizione che per molti londinesi stabilisce il vero inizio del periodo festivo: l’accensione dell’albero di Natale di Trafalgar Square, che avviene ogni anno il primo giovedì di dicembre, e quindi per il 2015 giovedì 4 dicembre.

L’albero non è solo il simbolo delle feste, ma è qualcosa di molto più importante. Un dono, il dono di un popolo intero che sente eterna gratitudine verso quello inglese. L’albero di Trafalgar Square arriva infatti ogni anno dalla Norvegia, paese a cui il Regno Unito ha prestato soccorso durante la Seconda Guerra Mondiale.

Avvenne infatti che le truppe tedesche invasero la Norvegia e questa non potè fare altro che arrendersi. Tutta la famiglia reale, con i suoi governanti e le forze di difesa si videro costrette ad abbandonare il paese, e trovarono rifugio proprio nel Regno Unito. Lì stabilirono un governo in esilio, che durò cinque anni, e da lì poterono comandare le loro truppe che combatterono al fianco di quelle inglesi.

Il gesto salvifico degli inglesi viene ricordato dal 1947: ogni anno, a partire da quella data, il popolo norvegese dona un abete delle proprie foreste come segno di amicizia. L’abete viene scelto con una cerimonia che si tiene a inizio novembre nei pressi di Oslo. E non uno qualsiasi, bensì la “regina della foresta”: alto venti metri e vecchio di almeno 60 anni. Il taglio dell’albero avviene alla presenza dei bambini di scuole locali, che si riuniscono intonando canzoni natalizie.

La cerimonia londinese è il proseguimento ideale di quella norvegese. Il primo giovedì di dicembre il mayor di Westminster, l’ambasciatore norvegese e il sindaco di Oslo si riuniscono per accendere l’albero di Trafalgar Square. L’accensione avviene alle 18, ed è seguita da canzoni natalizie eseguite dai cori dell’Esercito della Salvezza e della vicina chiesa di St Martin-in-the-fields.

L’8 dicembre alle 17.30 si terrà una fiaccolata sulle scalinate della chiesa stessa per benedirne il presepe, mentre per tutto il periodo dal 7 al 23 dicembre si terranno cori natalizi ai piedi dell’albero ogni ora: dalle 16 alle 20 nei giorni feriali, e dalle 14 alle 18 nei week end, con l’eccezione del 10 e del 16 dicembre.

Assistere alla cerimonia di accensione dell’albero di Natale di Trafalgar Square non significa solo vedere qualche lampadina accendersi: vuol dire essere testimoni di un grande gesto di fratellanza che lega due popoli, che ci ricorda che dopo tutto quei sentimenti di amore universale tanto celebrati a Natale esistono ancora. È proprio vero: in questo periodo dell’anno anche io divento più buono.

Accensione dell’albero di Natale, Trafalgar Square, giovedì 4 dicembre 2015 alle 18.00. L’albero sarà in piazza fino al 3 gennaio 2016.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto