TEMPO-LIBERO/EVENTI

Pride in London 2016: ritorna il grande festival della comunità LGBT

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Sabato 25 giugno 2016: segnatevi questa data, perché è il giorno in cui a Londra esploderà il festival più colorato e allegro dell’anno. Ritornerà infatti il Pride in London, il festival che celebra la grande comunità LGBT (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender) nella capitale inglese.

Con oltre 750.000 partecipanti stimati negli anni precedenti, il Pride in London è considerato uno dei più grandi pride che si tengono in tutto il mondo (anche se il record spetta a San Paolo in Brasile, con 3.2 milioni di partecipanti nel 2009). E sono sicuramente grandi numeri, paragonati a quella marcia di 150 persone originatasi spontaneamente nel novembre del 1970.

Oggi il Pride in London è organizzato da una vera e propria LTD che ha il pieno supporto della Greater London Authority, del Metropolitan Police Service e un contratto quinquennale con un budget di £500.000 fornito direttamente dal Mayor of London. Ma in soldoni, cosa ci dobbiamo aspettare dall’evento?

Prima di tutto va specificato che il Pride in London è in realtà un intero festival che dura due settimane e comprende tutta una serie di eventi, tra rappresentazioni teatrali, party, dibattiti e molto altro. Il culmine del festival però è proprio quella grande parata che si celebrerà sabato 25 giugno e che trasformerà Londra centro in un immenso carnevale.

La parata vedrà marciare 251 gruppi di diverse associazioni e 55 carri allegorici. Questi seguiranno un percorso che partirà alle 13 da Duchess Street, scenderà giù lungo Regent Street per concludersi alle 16.30 a Trafalgar Square. Ad aspettare il corteo nella grande piazza vi sarà un enorme palco che vedrà esibirsi un nutrito numero di artisti del mondo LGBT: lo spettacolo andrà tutto il giorno dalle 12 alle 20. Per l’ingresso si chiede una donazione volontaria di £3.

Non sarà comunque l’unico show di questo tipo: sabato 25 a Soho, cuore pulsante della comunità LGBT, verranno allestiti ben due palchi, uno a Dean Street e un altro a Wardour Street. Le strade del quartiere, famoso soprattutto per i suoi locali gay, saranno particolarmente affollate tra le 12 e le 19.30, per cui siate pronti.

Da ricordare inoltre che proprio durante lo spettacolo di Trafalgar Square verrà osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime della sparatoria di Orlando.

Il festival non celebra esclusivamente la comunità LGBT, ma la diversità in generale. Per questo motivo il tema di quest’anno sarà la campagna #nofilter, che invita tutti a festeggiare semplicemente essendo se stessi, spogliandosi di tutte le censure che le convenzioni della società moderna impongono, e indossare il proprio abito migliore, ovvero la propria personalità. Nella convinzione che le diversità delle persone non dividono, ma sono in realtà il collante di una comunità forte e in continua crescita.

Siete pronti a sventolare la bandiera arcobaleno? Potete reperire tutte le informazioni sul sito ufficiale del Pride in London.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto