Logo Londra Da Vivere
TRASPORTI

Consigli e suggerimenti per l’autonoleggio a Londra

|
EU Network
AEMORGAN

Capitale europea e ricca di punti di interesse, Londra è con molta probabilità una delle mete più ambite dagli italiani. Una città in cui a tutti, prima o poi, piacerebbe trascorrere almeno un fine settimana, soprattutto per vederne le attrazioni principali, dal Big Ben, la famosissima torre con l’orologio, al Tower Bridge, il ponte sul Tamigi.

Ma di Londra non si apprezza solo la città in sé, ma anche per i numerosi luoghi che vale la pena visitare nei suoi dintorni. Per raggiungerli, è possibile ricorrere all’autonoleggio, una scelta che garantisce, tra l’altro, una maggiore libertà durante il viaggio. Ma come si fa a noleggiare un auto a Londra e quali luoghi scegliere di visitare?


Fonte: Pixabay

Come noleggiare un’auto

Londra è sicuramente una città molto trafficata e ben fornita di mezzi di trasporto pubblici, eppure sono sempre di più i turisti che scelgono di ricorrere all’autonoleggio per raggiungere le numerose destinazioni turistiche nei suoi dintorni.

Noleggiare un mezzo a Londra può rivelarsi molto costoso, motivo per il quale può essere d’aiuto conoscere tutte le opzioni a propria disposizione prima di compiere questa scelta.

Come per la maggior parte delle città, quando si sceglie di noleggiare un’auto a Londra si può decidere di rivolgersi ad un rifornitore locale di auto o ad una delle principali compagnie internazionali di noleggio; tuttavia, per evitare di imbattersi in prezzi troppo alti, è bene considerare anche la possibilità di servirsi di un comparatore di prezzi online.

Come suggerito dal nome stesso, i servizi di comparazione hanno lo scopo di confrontare i prezzi di un certo numero di rifornitori d’auto in modo da mettere a disposizione del cliente le opportunità più vantaggiose, tanto in termini di costo quanto in termini di comodità.

Oltre a poter confrontare i costi, infatti, su molti siti di comparazione è anche possibile selezionare il tipo di auto desiderata e gli accessori che fanno al caso proprio: il cambio automatico, il seggiolino per i bambini o ancora il tipo di carburante. Lo stesso principio vale per la scelta del veicolo: anche in questo caso si può scegliere quale noleggiare in base alle proprie esigenze.

Cosa vedere nei dintorni di Londra


Fonte: Pixabay

Una delle mete più ambite dai turisti che si trovano nei pressi di Londra è sicuramente Canterbury, nota ai più per i Racconti di Canterbury di Chaucer, scritti nel XIV secolo e incentrati sul viaggio di un gruppo di pellegrini verso la tomba di Thomas Becket.

Situata a poco meno di cento chilometri da Londra, Canterbury è la meta ideale per gli amanti delle passeggiate nei centri storici, o per chi vuole approfittare di una piacevole giornata per un tour guidato sulle acque del fiume Stour.

Canterbury è però nota soprattutto per la sua Cattedrale, una delle più belle d’Inghilterra e tra i più importanti luoghi di pellegrinaggio nel Medioevo. La Cattedrale, risalente al XII secolo, è considerata una delle venti migliori destinazioni in Inghilterra: trovarsi nei pressi di Londra e non visitarla sarebbe un vero peccato.

Oltre a Canterbury e alla sua Cattedrale, chi ha la possibilità di servirsi di un’auto a noleggio potrebbe anche approfittarne per fare un’ulteriore gita fuori porta: una meta ideale potrebbe essere, ad esempio, Brighton, situata a circa un’ora e mezza di auto da Londra. Oltre ad essere famosa per le sue spiagge e per il molo, la città di Brighton è anche ricca di punti di interesse e di attrazioni, oltre che essere molto vivace per quanto riguarda la vita notturna. Una valida alternativa per chi desidera trascorrere una giornata fuori Londra.

Consigli per la guida

Una delle perplessità più tipiche che accomuna la maggior parte di coloro che scelgono di noleggiare un’auto a Londra è quella relativa al senso di marcia.

In Inghilterra, infatti, a differenza dell’Italia e di molti Paesi europei, il lato del guidatore è a destra, mente il senso di marcia-guida è a sinistra, una caratteristica che ben pochi Paesi hanno: circa il 35% del totale.

Inoltre, è bene tenere a mente che l’età minima per noleggiare un’auto in Inghilterra è di 22 anni, ma alcune compagnie potrebbero richiedere di pagare una tassa conducente giovane ai minori di 25 anni o, in altri casi, scegliere di consegnare un’auto a noleggio solo ai conducenti di almeno 25 anni.

Un’altra attenzione particolare dovrebbe essere posta ai limiti di velocità, che in Inghilterra sono indicati in miglia orarie, non in chilometri orari come in Italia. Nei centri urbani, ad esempio, il limite massimo di velocità è di 30 miglia orarie, ossia circa 48 chilometri orari. Massima attenzione se si dovesse guidare, oltre che fuori porta, anche nel centro di Londra: l’accesso ad alcune zone potrebbe essere sottoposto al pagamento di una tariffa.

Londra è una città che non finisce mai di sorprendere, ma le città nei suoi dintorni non sono da meno. Noleggiare un’auto e raggiungerle è un modo ottimale per non lasciarsi sfuggire proprio nulla.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1