NEWS

5 cose da aspettarci nel 2017 a Londra

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Finalmente questo 2016 si è concluso ed è arrivato il momento di dare il benvenuto al nuovo anno! Dopo gli stravizi e i festeggiamenti di ieri notte, è tempo di pensare ai buoni propositi (che non saranno mai mantenuti) per il prossimo anno e anche di chiederci cosa possiamo aspettarci che accada nel 2017 a Londra.

Il 2016 non è stato certo un anno facile: tra Brexit, paura per il terrorismo, cambi di governo, la morte di numerose star britanniche e l’omicidio della politica Jo Cox, ci sono stati molti momenti tumultuosi. Cosa accadrà nel 2017? Augurandoci in generale un clima più sereno e pacifico e soddisfazioni personali per tutti, ecco 5 cose che accadranno o potrebbero accadere a Londra nei prossimi 365 giorni.

Ufficialità della Brexit

Il 23 giugno 2016, la maggioranza dei cittadini britannici ha deciso di volere uscire dall’Unione Europea, ma al momento, a parte il rimpasto di governo dopo le dimissioni del primo ministro David Cameron, poco è stato fatto (o quantomeno di evidente). Theresa May, nuovo PM, ha però fissato a marzo 2017 l’attivazione dell’art. 50 TUE, ossia l’annuncio ufficiale del governo britannico all’Unione per avviare le trattative per l’uscita del Regno Unito.

Tuttavia, la Corte Suprema deve ancora esprimersi sul ruolo del parlamento che dovrebbe convalidare il risultato del referendum. Ci saranno dei ritardi? Non si sa, ma è comunque plausibile aspettarsi che nel corso dell’anno avremo qualche certezza in più sulla direzione presa da Londra.

Altra incognita è poi l’eventualità di un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia, determinata a restare nell’UE. A livello politico, dunque, il prossimo anno si annuncia molto importante. Tenetevi forte.

Nuovo sovrano?

Premettendo che adoro la Regina Elisabetta e augurandole di governare per altri dieci anni e oltre, negli ultimi giorni sono stati resi noti alcuni problemi di salute della sovrana. Acciacchi passeggeri sicuramente (o almeno speriamo), ma chissà che la Regina decida nei prossimi mesi, dopo 64 anni di onorato servizio a capo della nazione, di ritirarsi lasciando spazio al Principe Carlo o magari al nipote William. L’ipotesi è piuttosto improbabile visto il carattere di ferro della Regina e il ricordo dell’ultima abdicazione avvenuta nel Regno Unito (lo zio re Edoardo VIII abdicò nel 1936 per poter sposare Wallis Simpson, un’americana divorziata), ma mai dire mai.

Aumenti dei costi di case e affitti più contenuti

Aspettarsi una diminuzione dei costi delle case e degli affitti a Londra, nonostante la diminuzione del valore della sterline e l’incertezza causata da Brexit, è un po’ utopico, ma si può sperare in aumento più contenuto dei prezzi per il prossimo anno. Secondo un’indagine condotta dal The Guardian, l’incremento nel prezzo delle case è diminuito nel corso del 2016 (dal 9,3% di giugno al 6,9% di ottobre), e tale trend si dovrebbe confermare nel 2017.

Sembra anche che gli affitti stiano pian piano diminuendo: a novembre il prezzo medio di un affitto a Londra è stato dello 0,7% inferiore alla cifra dell’anno precedente, un crollo che non si registrava da almeno sei anni. Nel 2017, è probabile che si assista a un aumento dei prezzi del 3% rispetto al 2016.

Inasprimento degli scontri sindacali

Prima dell’avvio della Night Tube abbiamo assistito a numerosi scioperi, ma ora che finalmente il servizio notturno è in funzione, non pensate che i problemi tra sindacati e datori di lavoro siano risolti. London Underground ha avviato un piano per ridurre il numero del personale, chiudendo le biglietterie e automatizzando numerosi processi, scatenando le proteste di molti lavoratori che si lamentano anche dei problemi di sicurezza legati ai tagli al personale.

Inoltre, gli scioperi dei lavoratori di Southern Trains non sono certo terminati: il servizio ferroviario, da mesi scadente, sta collassando sempre più e speriamo di vedere una soluzione convincente nel 2017. Annunciati poi scioperi dei servizi postali a inizio 2017.

L’ondata di scioperi sembra talmente consistente che si parla anche di una discussione in seno al governo britannico per rivedere la normativa sugli scioperi, inasprendo la regolamentazione per evitare “un eccesso” di agitazioni sindacali.

Tanti eventi culturali e sportivi

A Londra non mancano certo eventi culturali e sportivi, e per quest’anno sono già stati annunciati importanti festeggiamenti per ricorrenze e manifestazioni sportive. In particolare, da non perdere nel 2017 sono:

  • Le celebrazioni per i 200 anni dalla morte di Jane Austen: la famosa scrittrice britannica, autrice di capolavori come Orgoglio e Pregiudizio e Persuasione, morì nel 1817. Così come lo scorso anno si sono celebrati i 400 anni dalla morte di Shakespeare, quest’anno saranno tanti gli eventi organizzati a Londra, a Bath e in numerose località dell’Inghilterra per celebrare una delle autrici più lette di tutti i tempi.
  • L’anno culturale UK-India: il governo ha annunciato che il 2017 sarà l’anno della cultura del Regno Unito e dell’India, con festival ed eventi che celebreranno durante l’anno la storia culturale dei due Paesi, per celebrare i 70 anni d’indipendenza dell’India.
  • Il campionato mondiale di atletica 2017: quest’anno sarà possibile anche rivivere l’atmosfera delle Olimpiadi 2012 di Londra, con il campionato mondiale di atletica. Si inizierà con il campionato para-atletico dal 14 al 23 luglio, e poi con i normodotati dal 4 al 13 agosto.
Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto