No Trousers Tube Ride 2017: a Londra tutti in metro senza pantaloni

No Trousers Tube Ride 2017: a Londra tutti in metro senza pantaloni

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Calatevi tutti le braghe: domenica 8 gennaio è il giorno del No Trousers Tube Ride 2017. Che cos’è? Be’, se conoscete un minimo di inglese (e spero di sì, visto dove vi trovate) lo potete capire subito dal nome: domenica si va tutti in metro senza pantaloni!

Già vedo lo facce: “Ma questo è scemo!”. Prima di prendervela con me, sappiate che si tratta di un evento internazionale che va avanti da 14 anni ormai. E arriva nientepopodimeno che da New York. Nel lontano 2002 un piccolo collettivo di burloni, chiamati Improv Everywhere, un bel giorno ha scelto di girare in metropolitana senza pantaloni. L’iniziativa è piaciuta così tanto che l’idea è stata copiata in tutto il mondo.

E poteva Londra mancare all’appello? Da notare tra l’altro la finezza della “traduzione” dall’americano all’inglese british: in originale infatti il titolo dell’evento è No Pants Subway Ride.

L’evento è oggi di portata mondiale e ha un suo giorno prestabilito. Perché abbiano scelto il periodo più freddo dell’anno non si sa, ma forse pensavano che in estate nessuno avrebbe notato dei mentecatti girare senza calzoni. Ma se è quello che vi trattiene dal partecipare non preoccutatevi: non vi si chiede di presentarvi direttamente in mutande.

Ci si riunisce infatti prima tutti all’aperto (quest’anno intorno alle 15.00 davanti al Canton Restaurant), ma ci si sbraga solo in metro, dove c’è un bel calduccio. Dopodiché si va bellamente in giro a mostrare le terga. Ricordatevi di portare anche uno zaino per inserirci i vostri pantaloni una volta tolti.

Dopo la visione di vari video, a parere personale vorrei sottolineare come le donne manifestino più coraggio nell’esporre un bel fondoschiena, laddove gli uomini vanno girando con i boxer larghi, per paura forse di mettere in risalto il pacco e scandalizzare qualche vecchietta che sicuramente ne sa più di loro. Ma sto divagando.

Il requisito fondamentale per partecipare non è un bel sedere, ma una bella faccia tosta: una volta saliti in metro, bisogna mantenere un’aria di assoluta indifferenza, come se niente stesse accadendo. Anzi, se viaggiate in gruppo di amici la cosa migliore è separarsi all’interno della carrozza, in modo da farla apparire come una cosa casuale.

Per saperne di più ecco un paio di link interessanti. A questa pagina trovate le info sull’evento internazionale e le città nel mondo che vi partecipano. Per quanto riguarda la giornata londinese, ecco l’evento ufficiale su Facebook, che spiega bene come si svolge la giornata e risponde ad alcune domande frequenti del tipo “ma non è illegale?” (risposta pronta per i bacchettoni: no).

Nel 2016 hanno partecipato 300 londinesi e quest’anno l’evento sarà seguito da un party (probabilmente all’O’Neils, ma per i dettagli seguite l’evento su Facebook) a partire dalle 5pm.

Certo che tra le cose da fare in questo week end questa figata si inserisce bene. Chi di voi parteciperà? Chissà, magari tra tutte quelle chiappe al vento ci troverete anche quelle dello staff di Londra da Vivere.

Ecco l’indirizzo a cui presentarvi se parteciperete all’evento:

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti