TEMPO-LIBERO

5 rovine da visitare a Londra

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Non solo in Italia è possibile ammirare rovine, frammenti di opere, scavi archeologici o anche spazi lasciati a se stessi, senza ristrutturazioni o personale che ne faccia manutenzione. Anche nella capitale britannica si possono ammirare molti esempi: ecco le 5 rovine più belle da vedere a Londra.

London Wall

Il muro di Londra è una delle strutture più importanti della capitale. Costruite dai Romani tra la fine del secondo secolo e l’inizio del terzo secolo d.C., le mura che fortificavano la città sono state utilizzate anche dai popoli che hanno invaso e comandato la zona successivamente, come i Pitti, i Sassoni e i Vichinghi. Fino al diciottesimo secolo è stato utilizzato e modificato, anche se al giorno d’oggi non è rimasto che qualche pezzo, ammirabile al Museum of London, al Barbican, in London Wall (la strada), a St Alphage Garden e a Tower Hill.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Anfiteatro romano

Altra opera risalente all’Impero romano è l’anfiteatro romano in quella che oggi è Guidhall. Non si sa di preciso se fosse usato per i giochi, i combattimenti animali o le esecuzioni pubbliche, ma sicuramente era un luogo dove veniva riunita la popolazione. Gli scavi hanno portato alla luce le fondamenta e i resti del sistema di drenaggio; tuttavia, le altre parti dell’anfiteatro sono state ricostruite.

london-roman-amphitheatre1

St Dunstan-in-the-East

Dopo il Blitz (bombardamento di Londra durante la Seconda Guerra Mondiale), la maggior parte degli edifici danneggiati sono stati demoliti o ricostruiti. Anche la chiesa di St Dunstan-in-the-East è stata sventrata durante i bombardamenti, ma la sua guglia è rimasta intatta e lasciata in piedi dopo la fine della guerra. Dai primi anni ’70, St Dunstan-in-the-East è diventato un giardino pubblico: un luogo tranquillo e suggestivo che merita una visita.

St Dunstan in the East Garden | London ⛪️🌴🌿#stdunstanintheeast #garden #hiddentreasures #greattips

Una foto pubblicata da Pablo Fernandez-canivell Giner (@pablofcanivell) in data:

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Blackfriars Railway Bridge

Sicuramente vi sarà capitato di notare i grandi pilastri rossi che escono dalle acque del Tamigi nei pressi del Blackfriars Railway Bridge. I pilastri sostenevano infatti il primo Blackfriars Railway Bridge, e sono stati conservati per realizzare progetti futuri.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lesnes Abbey

Lesnes Abbey è stata commissionata da Richard de Luci nel 1178 come dimostrazione di penitenza per essere stato complice nell’omicidio di Thomas Becket. Nata in maniera poco felice, Lesnes Abbey è sempre stata toccata dalla sfortuna: molti debiti pendevano su di essa, fino alla sua chiusura decisa con la dissoluzione dei monasteri, avvenuta in Inghilterra tra il 1536 e il 1540 per opera di Enrico VIII, una volta proclamatosi capo della Chiesa anglicana. Le rovine dell’abbazia sono affascinanti e meritano una visita.

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto