La Biennale di Design di Londra, un evento imperdibile alla Somerset House

La Biennale di Design di Londra, un evento imperdibile alla Somerset House

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Sarà in scena, fino al 27 settembre prossimo, alla Somerset House la prima Biennale di Design di Londra. Trentasette nazioni si confronteranno sul tema dell’utopia attraverso installazioni, opere d’arte, prototipi e progetti che arrivano da 37 paesi di tutto il mondo.

In mezzo a maxi sculture, rappresentazioni in realtà virtuale ma anche installazioni digitali, i visitatori potranno essere protagonisti con i lavori realizzati da architetti, designer, scienziati, artisti e scrittori.

Ogni progetto darà la propria interpretazione dell’Utopia by design (a 500 anni dalla pubblicazione del saggio di Thomas More), si potrà assistere quindi a visioni di città del futuro, o proposte mai realizzate del passato e quindi mai viste e, cosa più importante, i designer potranno fare le loro proposte su diversi temi che riguardano il secolo in cui viviamo: dalla sostenibilità alla migrazione passando per l’inquinamento, l’uguaglianza sociale ma anche i conflitti e la scarsità d’acqua, insomma un vero e proprio banco di prova.

Per quanto ci riguarda, l’Italia verrà rappresentata da Silvana Annichiarico e Giorgio Camuffo e venti giovani designer italiani della Triennale Design Museum con una installazione chiamata White Flag. Ad ogni designer è stato chiesto di disegnare una bandiera bianca (che sta a significare la resa) che ogni giorno sarà sostituita da un oggetto progettato dallo stesso designer come gesto di scambio simbolico: “L’idea è questa: un mondo che si arrende. Che alza bandiera bianca. Che fa un passo indietro. Che chiede una tregua. -spiegano i curatori dell’installazione- Forse è venuto il momento di pensare all’utopia non più come gesto di costruzione, ma come atto di decostruzione. Come momento di resa”.

Tanti i musei e le imprese di progettazione di tutto il mondo che parteciperanno, oltre al Triennale Design Museum italiano saranno presenti, infatti il Cooper Hewitt, Smithsonian Design Museum (USA), DAMnº Magazine (Belgio), German Design Council, the MAK and Austria Design Net, Moscow Design Museum (Russia), India Design Forum, Southern Guild (Sud Africa), The Japan Foundation, and Victoria and Albert Museum (Regno Unito).

Quando e dove: Dal 7 al 27 settembre 2016 al Somerset House, Strand, Londra.

Info: http://www.londondesignbiennale.com/

Per acquistare i biglietti clicca qui 

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti