TEMPO-LIBERO/MOSTRE

Gli scivoli giganti sulla Southbank e la mostra che ci farà tornare bambini

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Calmiamoci. Prendiamo un bel respiro profondo. Ora riflettiamoci sopra. Monteranno due enormi scivoli tubolari sul Southbank Centre. Sì, come quelli degli Aquapark. Ti butti dentro, nell’oscurità, fai una serie di giri vorticosi in rapida discesa e poi ne esci fuori con la voglia di risalire su immediatamente. Ok, non riesco a calmarmi: voglio andarci subito!

Non si tratta però della punta dell’iceberg di un nuovo luna park. Questi scivoli faranno invece parte di una ben più seria e sofisticata mostra alla Hayward Gallery. La mostra si intitola Decision, ed è una collettiva dei lavori dell’artista contemporaneo belga Carsten Höller, che aprirà il 10 giugno fino al 6 settembre. Höller aveva già installato i due scivoli alla Tate Modern nel 2006.

Le opere di Höller incoraggiano i visitatori all’interazione, e questa collettiva sembrerà più che altro un percorso avventura con connotazioni a metà strada tra Alice nel Paese delle Meraviglie e Matrix. Al visitatore verrà infatti chiesto di prendere una serie di decisioni attraverso la mostra… partendo proprio dall’ingresso, dove dovrà scegliere attraverso quale delle due porte entrare.

Il Pill Clock sarà un orologio appeso al soffitto che farà cadere sulla testa dei passanti tante belle pillole, e di fronte a una fontanella lo spettatore dovrà decidere se prenderne o meno una e affrontarne gli inaspettati effetti. Altre installazioni prevedono la Flying Machine, installata sul tetto, che darà la sensazione a chi la prova di volare sopra il traffico della città. Funghi psichedelici giganti e letti meccanici vagheranno per le stanze. E l’opera The Pinocchio Effect darà agli spettatori l’inquietante sensazione che il proprio naso si stia allungando.

E alla fine si dovrà scegliere come uscire dalla mostra: se tramite la piramide di vetro sul tetto o gli scivoli giganti.

A me sembra davvero di più un luna park. Mamma, mi ci porti?

 

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto