TEMPO-LIBERO/MUSEI

Natural History Museum: il dinosauro Dippy lascia il posto ad una balena azzurra

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Chi ha visitato il  “Natural History Museum” non può non aver ammirato a primissimo impatto il grandioso Dippy, lo scheletro di dinosauro alto 4,25 metri e lungo 21 metri posizionato in bella vista all’ingresso del museo. In verità si tratta della riproduzione fedele dello scheletro di un Diplodoco, uno dei più lunghi tra quelli conosciuti, scoperto nel 1898 nel parco di Yellowstone in Wyoming, negli Stati Uniti d’America.

Il suo debutto pubblico risale al 1905 ma, nel corso del tempo, è diventato sempre più famoso tra i visitatori tanto da essere poi allestito nel 1949 nella Hintze Hall del famigerato museo. Da allora in poi Dippy ha estasiato i turisti di tutto il mondo: secondo le ultime stime dovrebbero essere ben 90 milioni le persone che si sono fermate ad ammirarlo, una cifra esorbitante per un reperto del genere.

Se ancora non siete tra quei milioni di spettatori potrete rimediare, ma c’è una novità da tenere a mente: il gigantesco dinosauro sta per abbandonare momentaneamente il museo londinese per intraprendere una vera e propria tournée in giro per la Gran Bretagna, dove troverà ospitalità in altre città come Dorset, Birmingham, Ulster, Kelvingrove, Glasgow, Newcastle, Cardiff e Rochdale. Il viaggio di Dippy durerà ben due anni, da febbraio 2018 ad ottobre 2020, e l’impresa non sarà di certo facile: un team di restauratori dovrà seguire tutto il lavoro di smontaggio e poi di rimontaggio delle 292 ossa del reperto, da preservare accuratamente e con precisione minuziosa in 12 casse.

Il processo di smantellamento durerà circa un mese e poi non sarà più Dippy ad accogliere i visitatori del “Natural History Museum” ma un altro esemplare maestoso. Si tratta dello scheletro di ossa vere, e non di gesso come nel caso del dinosauro, di una balena azzurra lungo più di 25 metri per un peso di 4 tonnellate e mezza. Il mammifero in questione venne trovato spiaggiato nel 1891 sulle coste irlandesi ed i suoi resti, in verità, si trovano già nel museo ma nell’area dedicata agli animali marini.

A breve sarà, quindi, la balena gigante a prendere il posto di Dippy, anche se non si sa ancora nulla sulla data di inaugurazione. Di sicuro la Hintze Hall sarà chiusa fino a quest’estate quindi bisognerà attendere ancora qualche mese per ammirare la nuova mascotte del museo di South Kensington. Per quanto riguarda il soprannome, invece, è “Bluey” per adesso il più quotato, un nome che sicuramente potrebbe piacere sia ai grandi che ai piccini già appassionati di storia naturale.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto