TEMPO-LIBERO

Apre a Londra il bar dedicato al mito immortale di David Bowie: lo Ziggi’s

|


Londra, 3 luglio del 1973, al numero 10 di Air St, proprio nel cuore di Soho, in una delle sale dell’Hotel Cafe Royal andò in scena quella che venne ribattezzata l'”Ultima cena”. Alla presenza di artisti del calibro Lou Reed, Mick Jagger, Patti Smith, Paul McCartney – solo per citarne alcuni – David Bowie diede addio ad uno dei suoi più famosi alter-ego, il mitico Ziggy Stardust, la rockstar dalle tute sgargianti, gli stivali rossi e i capelli rosso fuoco.

A distanza di oltre 45 anni, quello stesso luogo, (l’inaugurazione è fissata per il prossimo 20 settembre), diventerà “Ziggy’s”, un bar interamente dedicato alla rockstar londinese e alla magia della sua musica. A poco più di due anni e mezzo dalla sua scomparsa, avvenuta il 10 gennaio del 2016, gli appassionati di uno dei più grandi artisti della storia del rock avranno la possibilità di rivivere l’atmosfera di quella cena e lo spirito degli anni ’70, sorseggiando un Tigers of Vaseline o un Darkness and Disgrace, rispettivamente una pina colada e un espresso-martini ispirate a due celebri pezzi del Duca Bianco: “Hang On To Yourself” e “Lady Stardust”.

I drink, infatti, cercheranno di rispettare l’eccentrica personalità di Bowie ispirandosi alla sua capacità di stupire e di reinventarsi continuamente. Degno di nota anche il “Femme fatale”, una rivisitazione del classico Martini, che l’artista londinese pare amasse, mixato con sake e Vermouth dolce. Ovviamente anche l’arredamento del locale non potrà che essere ispirato al genio e alla storia di Bowie: le pareti saranno adornate dalle celebri fotografie scattate da uno dei fotografi ufficiali dell’artista, Mick Rock, accompagnate da alcuni scatti rari.

“David Bowie ha rivestito una parte importante nella storia del Café Royal, organizzando qui la famosa “Ultima Cena” motivo per cui ci sembra giusto rendere omaggio a uno dei nostri clienti più stimati”, ha affermato all’Independent Fabio Spinetti, manager dell’hotel.

Londra non ha mai smesso di omaggiare uno dei suoi cittadini più celebri: già nel 2013, proprio nel cuore di Brixton, quartiere natale del “Duca Bianco”, era stato inaugurato un murales diventato, dopo la sua morte, un vero e proprio luogo di culto. Lo “Ziggy’s”, allo stesso modo, promette di imporsi come nuova tappa obbligatoria per i nostalgici di uno degli artisti più influenti della storia della musica.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

EU Network