TRASPORTI/AUTOBUS

I 10 migliori itinerari in Bus per scoprire la Londra più bella!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Quante ore trascorre un londinese viaggiando con i famosi double-deckers, ossia i bus rossi a due piani? Tante, troppe. Per rendere il viaggio più leggero o per variare il tragitto ogni tanto, ecco la lista dei dieci migliori itinerari di bus:

Londra elegante: BUS 74
Partendo dai dintorni di Baker Street, questa linea attraversa la città da nord a sud-ovest, collegando tra di loro la maggior parte dei quartieri ‘posh’: Marylebone, Mayfair, Knightsbridge, South Kensington e Fulham. La tappa ideale a metà corsa è una visita a uno dei musei di Exhibition Road, ovvero Victoria and Albert Museum, Science Museum o Natural History Museum. Il tour continua passando per Earls Court e prosegue verso sud attraversando Putney Bridge dove il bus termina la corsa.

Londra antica: BUS 100

Questa linea collega Shadwell, Londra est, con Elephant and Castle, ossia il capolinea, nonchè la stazione di partenza della Bakerloo Line. Seguendo questa direzione, dopo qualche fermata si arriva in zona Tower Gateway dove ci sono i resti del London wall, le mura difensive costruite dai romani per proteggere Londinum. Arrivati alla fermata St Paul’s si può scendere e visitare la cattedrale e il museo che ripercorre la storia di Londra dalle origini ad oggi, il Museum of London che si trova a pochi passi ed è gratuito. Il percorso del bus prosegue attraversando il ponte di Blackfriars che si trova poco distante dal punto in cui nel 1960 nel Tamigi verreno ritrovati i resti di antiche navi romane.

Tour turistico economico: BUS 15

Con un solo biglietto si può vedere: Tower Bridge, la Torre di Londra, il Monument (la colonna da cui si può avere una vista a 360° su Londra pagando 4 sterline), la cattedrale di St Paul, il ponte di Blackfriar, Fleet Street, la Royal Courts of Justice, Waterloo Bridge e Trafalgar Square. Il tutto comodamente seduti al prezzo di 1,50 sterline. Inoltre il bus 15 è uno dei pochi Routemaster bus, il bus icona lanciato nel 1954, riconoscibile grazie alla silhoutte slanciata.

Tour dei musei: BUS 14

Si inizia coi meno conosciuti ma altrettanto rinomati Grant Museum of Zoology ed il Petrie Museum of Archaeology. A pochi passi, vicino alla fermata della metro Holborn, si trova inoltre il Sir John Soane’s Museum dove si possono ammirare dipinti di Canaletto, Hogarth e Turner. Non lontano dalla fermata Piccadilly Circus si trovano la National Gallery e il meno noto Faraday Museum, museo che ripercorre duecento anni di storia della scienza. Proseguendo con la corsa si può arrivare di fronte al Victoria and Albert Museum. Science Museum e Natural History Museum si trovano a pochi metri l’uno dall’altro. L’ingresso a tutti i musei elencati è gratuito.

Ideale per il ‘pub craw’: BUS 9

Lo sport preferito degli inglesi non è il football e nemmeno il golf, bensì il pub crawl, ovvero il giro dei bar. Si può praticare questa attività in diverse zone della città. Tuttavia il bus 9 collega tra di loro vari pub, rendendo così facile lo spostamento. Si parte con The Harp, a pochi passi da Leicester Square e si prosegue col Red Lion che si trova all’angolo di Pall Mall. La tappa successiva è Queen’s Arm in zona Victoria e per finire ci si può riposare a The Dove o a The Blue Anchor, piccoli pub sulla riva del fiume, ideali in una giornata di sole. Arrivati al capolinea si può ripartire con un altro pub crawl!

images

Sulle tracce del percorso più antico: BUS 205

Pare che la tratta più antica, inaugurata nel 1829, sia quella che va da Paddington a Bank. All’epoca si trattava di un omnibus trainato da cavalli. Il corrispondente moderno è il bus 205 che ripercorre in parte le stesse fermate del suo antenato.

In giro per i parchi: BUS 274

Per una giornata di immersione nella natura questa tratta è l’ideale. Essa collega Hyde Park con Regent’s Park, passando anche per il London Zoo. A nord di Regent’s Park inoltre si trova Primrose Hill. La collina, un tempo riserva di caccia del re Enrico VIII insieme a Regent’s Park, offre un’ottima vista della città.

A bordo Tamigi: BUS RV1

‘Imbarcatevi’ alla fermata della Somerset House e preparatevi ad attraversare il Waterloo Bridge. Si prosegue con un giro nella zona di Southbank per poi riavvicinarsi al fiume e ammirare l’orgoglio italiano più alto: The Shard, il grattacielo di Renzo Piano. Si continua attraversando il Tower Bridge terminando la corsa a Tower Gateway.

Sulle orme dei set dei film: BUS 24

Si inizia costeggiando il Tamigi nella zona di Pimlico. Sulla riva opposta si staglia la centrale termoelettrica di Battersea, che compare nel film di Alfonso Cuarón I figli degli uomini, nonchè sulla copertina dell’album Animals dei Pink Floyd. Si prosegue con Parliament Square, Horseguards and Trafalgar Square, che compaiono nelle scene del film horror fantascientifico 28 giorni dopo. Continuando verso nord si arriva nella zona di Morning Crescent, parte della location di An education, film sceneggiato dallo scrittore Nick Hornby. Ultima tappa Hampsted Heath dove è stato girato il film Monty Phyton e il Sacro Graal.

Alla scoperta di SE10: BUS 188

Accomodatevi al piano superiore del double-decker e preparatevi ad un lungo tragitto. Partenza: Russel square. Destinazione: Greenwich. I chilometri sono molti, ma grazie a questa tratta si possono scoprire zone di Londra meno turistiche e visitare il National Maritime Museum e l’osservatorio astronomico di Greenwich. La zona nota come Maritime Greenwich è patrimonio mondiale dell’umanità, per la concentrazione e la qualità degli edifici di interesse storico e architettonico. Non solo da qui si può passare sotto il Tamigi e arrivare fino all’Isle of Dogs ercorrendo il Greenwich Foot Tunnel, ma si ouò anche prendere la funivia Emirates Air Line che collega North Greenwich con i Royal Docks.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto