CONSIGLI-UTILI

Anticoncezionali non ormonali: a Londra è tutto gratuito!

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Tante di noi non hanno piacere ad assumere ormoni, seppur in quantità limitata e sempre prescritta e controllata da un medico, e quindi per scegliere il metodo contraccettivo da usare ricorrono a oggetti che funzionano da scudo allo sperma o come blocco alla sopravvivenza all’interno dell’utero. Come per la tipologia ormonale anche qui ci troviamo di fronte a una vasta scelta e a una somministrazione gratuita.

Nell’ampio panorama di possibilità di questo tipo, troviamo come Top Player il preservativo, o condom in inglese. Questo dispositivo di materiale plastico monouso si srotola sul pene eretto e serve ad evitare che durante l’eiaculazione il liquido seminale raggiunga l’utero e ci sia quindi la possibilità di una gravidanza.

Il funzionamento di questo oggetto è semplice e sicuro se ne vengono rispettate tutte le precauzioni di conservazione e uso, ma soprattutto è un tipo di anticoncezionale che protegge sia da gravidanze indesiderate sia dalle malattie a trasmissione sessuale. Se l’utilizzo del condom è il vostro metodo preferito allora potete cercare sul sito dell’NHS tutte le informazioni relative ai centri di distribuzione gratuita: scegliete la sede che vi è più comoda, vi recate negli orari di apertura e ritirate la vostra scorta di preservativi.

Ci sono ragazzi a cui indossare il preservativo non piace proprio, nonostante questa sia una scelta discutibile (Use condoms!!! ndr) in UK trovate anche la versione femminile dello stesso dispositivo che si chiama infatti semplicemente female condom. Il principio di utilizzo e di funzione è lo stesso seppur ci siano, per ovvie ragioni anatomiche, delle piccole differenze con la versione maschile.

Questo tipo di preservativo è sempre monouso e fatto di materiale plastico ma ha, sempre per ovvie ragioni anatomiche, un diametro maggiore. Se decidete di utilizzare il preservativo femminile troverete tutte le indicazioni scritte nel foglietto illustrativo o potete chiedere chiarimenti di utilizzo nel momento in cui ritirate la vostra scorta gratuita presso un centro NHS, ma comunque sappiate che va inserito (anche fino a 8h prima del rapporto) così come lo estraete dalla sua confezione all’inizio della vagina e poi si srotolerà da solo durante il rapporto, prevenendo così che lo sperma arrivi nell’utero.

Come per la versione maschile anche quella femminile ha il vantaggio di proteggere sia dalle gravidanze indesiderate sia dalle malattie a trasmissione sessuale, qualità che manca alle altre possibili soluzioni anticoncezionali che trovate qui sotto.

Se l’idea di utilizzare una di queste due versioni di preservativo non vi soddisfa potete provare due dispositivi, entrambi femminili, che si chiamano Contraceptive cap e Contraceptive Diaphragm a cui però dovrete aggiungere dello spermicida. Quale che sia la soluzione che scegliate il funzionamento è similare: si inserisce il dispositivo, totalmente ricoperto di spermicida, all’interno della vagina e si rimuove delicatamente dopo l’utilizzo, facendo attenzione a non “liberare” lo sperma.

Potete inserirli qualche ora prima del rapporto e dovete tenerli in posizione almeno 6/8 ore dopo il rapporto. Una volta tolti sia il Cap sia il Diaphragm devono essere lavati con acqua tiepida e sapone e riposti nei loro contenitori.

Molte sono invece le donne che vogliono sentirsi sicure ma non hanno voglia di pensare ogni volta a un sistema contraccettivo e soprattutto non possono sempre averlo a disposizione. Se rientrate in questo gruppo di persone allora potreste considerare l’idea di utilizzare l’Intrauterine Device. Lo IUD è un piccolo oggetto fatto di plastica e rame, a forma di T, che viene inserito da personale medico all’interno dell’utero e fa sì che lo sperma non vi sopravviva, oltre a prevenire anche la possibilità che un ovulo fecondato si impianti e si sviluppi.

Se vi viene inserito uno IUD, il cui tipo verrà scelto dal medico, sarete protette da gravidanze per un periodo che varia dai 5 ai 10 anni ma e, una volta scaduto il tempo di utilizzo, sarà cura di un medico o di un’infermiera specializzata rimuoverlo.

Essendo una soluzione invasiva lo Iud ha i suoi lati positivi e negativi, parlatene con un medico e scoprirete se è la soluzione che fa per voi o no.

Questi sono i metodi anticoncezionale non ormonali che potete decidere di utilizzare in UK facendovi consigliare e assistere, laddove necessario, da specialisti che chiariranno ogni vostro dubbio e vi forniranno i dispositivi gratuitamente. Se intanto volete approfondire l’argomento comodamente seduti a casa trovate tutte le informazioni che vi servono alla pagina http://www.nhs.uk/Conditions/contraception-guide/Pages/contraception.aspx , dove troverete anche gli indirizzi dei centri dove recarvi.

Vivendo in Inghilterra avete la fortuna di poter avere tutti i metodi anticoncezionali gratuitamente, i centri di Sexual Health sono luoghi in cui troverete personale che vi assisterà senza esitazioni e che è lì per aiutarvi, non vergognatevi di domandare o del fatto che magari non parlate bene la lingua: vi troverete sempre di fronte a personale qualificato e pronto a fronteggiare ogni situazione.

Il nostro viaggio nel fantastico mondo della contraccezione su queste pagine è terminato, nella speranza che abbiate trovato queste informazioni utili vi ricordo per l’ennesima volta (lo so che lo avete capito ma io ve lo ripeto per l’ultima volta) che gli anticoncezionali vanno usati sempre e che chiedere consigli a un dottore è il modo migliore per avere le idee veramente chiare.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto