Logo Londra Da Vivere
NEWS

L’incubo di Jack lo squartatore torna a Londra: accoltellate 5 persone

|
EU Network
AEMORGAN

A distanza di 131 anni, a Londra torna l’incubo di Jack lo Squartatore. In queste ore, infatti, a Nord della città si sono verificati ben 5 agguati ad altrettanti ignari passanti: due di essi hanno riportato ferite lievi e sono già state dimessi, ma per gli altri tre la prognosi è molto più preoccupante.

La situazione è critica. Cinque persone sono state pugnalate -apparentemente a caso- mentre camminavano per strada; da quel che si sa, nulla sembra legare tra loro le vittime, a parte il luogo del crimine: il quartiere periferico di Edmonton.

Tutto è iniziato pochi giorni fa, quando una povera donna di 45 anni è stata aggredita e abbandonata esanime sul marciapiede di Aberdeen Road alle 19.00 circa di sabato scorso 30 marzo; appena quattro ore dopo è stato il turno di un uomo di 52 anni nei pressi di Park Avenue. Domenica alle prime luci dell’alba, stessa sorte per un giovane di 23 anni, ferito alla fermata Metro di Seven Sisters. Quando poi, alle 9.00 del mattino è emersa una quarta vittima -un 29enne accoltellato su Brettenham Road- è scoppiata la rabbia dell’opinione pubblica e i media hanno acceso i riflettori.

Sulla scia di tali pressioni, la polizia ha messo in stato di fermo due sospettati domenica pomeriggio, ma senza successo: uno di loro infatti è stato rilasciato subito, mentre l’altro è stato trattenuto qualche giorno per degli accertamenti. Peccato che, mentre la giustizia faceva il suo corso, una quinta vittima, assalita con modalità analoghe, è spuntata dal nulla; e così, l’accoltellatore è potuto fuggire via in barba agli agenti presenti sul luogo.

Gli abitanti della zona sono esasperati e terrorizzati; per precauzione, è stato richiesto loro di spostarsi a piedi solo sulle vie principali e molto illuminate, con la massima allerta, e limitando l’uso del cellulare e degli auricolari. Nelle scuole di Edmonton vige il divieto per gli alunni di uscire dagli istituti a ricreazione o all’ora di pranzo, ed la raccomandazione è di spostarsi sempre in gruppo.

Al momento le forze dell’ordine brancolano nel buio, e nell’immaginario collettivo il paragone con Jack the Ripper è inevitabile, sebbene sussistano differenze importanti. Entrambi i criminali hanno scelto un quartiere periferico e popolare, ma mentre l’accoltellatore di fine ‘800 sceglieva sempre vittime femminili, e le straziava fino alla morte, in questo caso si tratta più di un attacco mordi e fuggi; le modalità tuttavia lasciano pensare che la mano sia sempre la stessa.

Ciò detto, il problema non è nuovo, e va inquadrato nella crisi generale di sicurezza che sta vivendo il Regno Unito; basti pensare che solo nel 2018, più di 8.000 ragazzi dagli 11 ai 25 anni sono stati ricoverati per ferite da taglio. Un’epidemia che non accenna ad arrestarsi, e che ora si contorna di macabro.

“Voglio rassicurarvi sul fatto che stiamo facendo tutto ciò che è in nostro potere per mantenere l’area sicura,” ha dichiarato Helen Millichap, Comandante del Distretto di Enfield Borough. “Le indagini stanno andando avanti di buona lena, e tutti i miei pensieri sono con le vittime e le loro famiglie.”

Il tuo voto: 3
Voti totali: 2