La mappa della Tube di Londra con gli hashtag al posto delle stazioni

La mappa della Tube di Londra con gli hashtag al posto delle stazioni

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

“Ci vediamo all’uscita della Tube di St James’s Park?” “Sì, agli scoiattoli.” “Come, prego?” “#squirrel” “Eeeh? Ma che stai a di’?!”

Ecco, questa conversazione surreale non sarebbe avvenuta dieci anni fa, in un’era in cui smartphone, Instagram e hashtag erano ancora parole sconosciute nel nostro vocabolario. E invece oggi vi sono entrate di prepotenza, invadendo tutti i campi e sconfinando nella vita reale. Perché con gli smartphone ci teniamo in costante contatto, con Instagram comunichiamo al mondo dove e come siamo, e con gli hashtag… be’, quelli ci offrono un delizioso campionario della scarsa creatività umana. #lapensocosìenonmicontraddite.

Con gli hashtag però si possono tracciare conversazioni, ed estrapolare dati statistici più o meno utili ai nostri scopi quotidiani. Come ad esempio, qual è stata la foto più instagrammata a Londra quest’anno? E cosa ne pensa la gente dell’ultimo pop-up restaurant? E se sostituissimo i nomi delle stazioni della Tube con gli hashtag?

Ebbene, qualcuno ci ha già pensato. Quelli di #tagsandthecity per la precisione. Che hanno compilato una mappa della metropolitana di Londra centro dove ad ogni fermata è associato l’hashtag più instagrammato in quel luogo.

E così che ci si ritrova ad affrontare conversazioni come quella di partenza, dove alla metro di St James’s park vengono associati i famosci scoiattoli del parco omonimo, che però non è che vi ritroviate proprio di fronte alla fermata. La maggior parte delle associazioni sono scontate: per Westminster abbiamo il #bigben, per Charing Cross #trafalgarsquare. Le attrazioni la fanno da padrone con #madametussauds a Baker Street o la #toweroflondon a Tower Hill. Ma anche i locali più famosi, come l’#heaven a Embankment o il #sushisamba a Liverpool Street.

Però lo spirito dei londinesi non manca di regalarci alcune associazioni fantastiche. Tipo quella che ci ricorda che proprio fuori dalla stazione di Earl’s Court troviamo la cabina della polizia che è in realtà l’ingresso del #tardis nella serie di Doctor Who. E Piccadilly Circus, che ha da poco spento le luci dei suoi maxi schermi, viene ricordato principalmente per essere la porta di accesso del musical più divertente del West End, #bookofmormon.

Potete divertirvi anche voi a navigare sulla mappa della Tube proposta da #tagsandthecity a questo indirizzo. Dove tra l’altro trovate mappe simili anche per Berlino, New York, Parigi e San Francisco. E la prossima volta che ci si incontra il sabato sera a Clapham Common, sapete dove trovarmi: fuori alla fermata dell’#infernos.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti