NEWS

Venerdì 27 luglio sarà la notte dell’eclissi di luna: cosa sapere e dove vederla a Londra

|


Ci sono alcuni eventi che si verificano davvero saltuariamente e che pertanto è davvero un peccato perdersi. Uno tra questi è l’eclissi totale di luna che si verificherà nella notte tra venerdì 27 e sabato 28 luglio, un fenomeno astronomico che sarà visibile in tutta Europa, e quindi anche nel Regno Unito.

Quest’anno abbiamo già avuto la “Super Blue Blood Moon” di gennaio, un nome nel pieno della tradizione anglosassone, ma per coloro che alzeranno gli occhi al cielo venerdì sera lo spettacolo sarà davvero molto particolare: si tratta infatti della “Blood Moon Eclipse“, l’eclissi più lunga del secolo, della durata di più di un’ora e mezza.

In Gran Bretagna non sarà possibile vedere l’inizio del fenomeno, in quanto quando alle 8.50 circa inizierà l’alba lunare, sarà già cominciato. Il picco massimo dell’eclissi è previsto per le 9.20, la fine del fenomeno avverrà invece verso le 10.15,  con le ultime manifestazioni apprezzabili che termineranno a mezzanotte e mezza.

Ma a cosa si deve il colore rosso? Il satellite della Terra assumerà questa sfumatura in quanto il nostro pianeta, a causa dell’allineamento perfetto tra Sole, Terra e Luna, bloccherà la luce della stella, che come è noto dona alla sfera o falce notturna la caratteristica brillantezza argentea. Durante l’eclissi la luna sarà quindi illuminata solo dalla luce del sole filtrata e riflessa dall’atmosfera terrestre.

E perché si tratta della più lunga del secolo, si chiederanno i più curiosi? Alla fine di luglio la luna si troverà nel punto più lontano dalla terra, nonché nella regione più scura della penombra terrestre: il tempo impiegato per uscire dall’ombra sarà dunque maggiore rispetto al solito.

Arriviamo dunque al punto più scottante della questione. Come e dove ammirare l’eclissi? Innanzitutto va ricordato che, a differenza di quella solare, questo fenomeno non presenta pericoli per quanto riguarda l’osservazione a occhio nudo e non sono quindi necessari filtri oppure occhiali speciali.

In una città come Londra, piena di grattacieli e luci di ogni tipo, il consiglio è quello di spostarsi in zone in cui l’inquinamento luminoso è minore. Il primo consiglio spassionato è quello di utilizzare la comodissima mappa dei Dark Sky Discovery Sites, con tutte le location migliori per l’osservazione della volta celeste.

In ogni caso ci sono alcuni luoghi molto adatti come la WaterWorks Nature Reserve in Leyton, la Grove Park Nature Reserve in Lewisham, il Morden Hall Park, il Kenley Observatory, la sede della società di astronomi della Prince of Wales in Esher, l’Hub di Regent’s Park, il Royal Observatory di Greenwich, il London Wetland Centre di Hammersmith o la Down House nel Kent, l’ex residenza di Charles Darwin.

Questi sono i luoghi migliori, ma uno qualsiasi dei parchi cittadini di Londra (e sono davvero tanti!) dovrebbe essere perfettamente funzionale per l’occasione.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

EU Network