TEMPO-LIBERO

Il Borough Market: un viaggio nell’impero dei sensi

|
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Non so da quanto siete a Londra, ma se non siete mai stati al Borough Market, rimediate subito. Da bravi italiani non potete non andarci almeno una volta.

Il Borough Market è più di un semplice mercato alimentare: è un viaggio vero e proprio lungo tutta l’Europa, raccontata attraverso i suoi sapori e le sue delizie. L’anima del cibo di strada si mescola a quella delle delicatessen gastronomiche da boutique. Qui tutto è un fiorire di profumi, una manipolazione del gusto, un titillamento delle papille gustative. Servito tra l’altro goccia per goccia.

Non sperate di camminare lungo il Borough Market e uscirne indenni. Come detto, non è un mercato alimentare qualunque. Non ci sono gli abbondanti assaggi delle bancarelle di Camden Town. Qui il cibo offerto è cosi’ raffinato che non può che concedersi sotto forma di briciole. Ma questi microscopici assaggi esplodono nella vostra bocca esaltando una coscienza di sapori che non credevate di possedere, e urlano famelici “Ancora!”.

Laddove il gusto spinge verso la bocca dello stomaco, la curiosità vi invita a esplorare ancora di più. Osservando con i vostri occhi la vastità del mercato d’istinto vi rendete conto che non è il caso di fermarvi alla prima bancarella, e procedere oltre, in cerca di nuove emozioni. E queste arrivano sotto forma di un tocchetto di salamino tedesco, un minuscolo taglio di formaggio francese, una mollica di pane imbevuta di olio di tartufo croato… Come al solito noi italiani siamo i più generosi, e quando vi capita di passare davanti alla bottega di piadine e panini l’assaggio fornito è abbondante.

Il primo problema è che la commistione di sensazioni che si verrà a creare sul vostro palato vi impedirà di effettuare una scelta razionale sull’alimento che merita di essere da voi fagocitato. Quasi come colpevoli di far torto a qualcuno tenderete ad acquistare un po’ dappertutto per portarvi a casa il meglio della gastronomia europea (e anche qualcosa fuori continente).

Il secondo problema è che qui la roba mica te la passano a buon mercato. Non dimentichiamoci che siamo sempre a Londra, e la qualità superiore qui viene intesa come un prodotto di lusso per cui è d’obbligo spendere denaro. Ma, credetemi sulla parola, l’affronto al vostro stipendio vale davvero la pena almeno per una volta.

Mi raccomando, però, comprate con intelligenza: non portatevi a casa troppi prodotti dalla vita breve, ma scegliete qualcosa che possa restare nella vostra dispensa per un po’ di tempo, giustificando la spesa abnorme.

Se poi optate per un più prosaico pranzo sul posto, gettatevi a capofitto sugli stand che offrono pietanze cotte davanti ai vostri occhi (tra i miei preferiti, il paninazzo col salsiccione tedesco). E dirigetevi poi verso la Cattedrale di Southwark: all’ombra di questo maestoso monumento il vostro pasto assumerà un sapore decisamente mistico.

Il Borough Market è aperto dal mercoledì al venerdì dalle 10 alle 17, il sabato dalle 8 alle 17. La fermata della metro più vicina è quella di London Bridge, servita dalle linee Jubilee e Nothern: si tratta solo di una breve passeggiata a piedi. Il mio consiglio è abbinare la visita a questo fantastico mercato alimentare a una passeggiata sulla Southbank, in una bella giornata di sole. Partendo da Westminster è una lunga camminata di poco meno di un’ora. Ideale per risvegliare un sano appetito.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto