Logo Londra Da Vivere
TEMPO-LIBERO/MOSTRE

The Clock, il capolavoro di Christian Marclay torna al Tate Modern

|
EU Network
AEMORGAN

È stato definito “un capolavoro dei nostri tempi” e presto tornerà in mostra al Tate Modern di Londra. Parliamo di The Clock, l’ipnotica opera di Christian Marclay che stuzzicherà il cinefilo che è in voi, e che cambierà il vostro modo di pensare al tempo.

Immaginate di scorrere a ritroso tutti film mai creati nel mondo del cinema, e di individuare le scene in cui compare un orologio oppure qualcuno annuncia l’ora; parliamo di 133 anni di storia, mica bruscolini. A quel punto, raccogliete questi ritagli di film, riordinateli in base all’orario mostrato, e trascorrete i prossimi tre anni a montarli in modo certosino. Dopodiché, offrite in mostra l’opera nei migliori musei del mondo, e soprattutto perfettamente sincronizzati con l’orario locale. Questo è The Clock, la più nota installazione artistica mai creata dall’inglese Christian Marclay.

Quel che si vede, in altre parole, è  un lungometraggio che dura 24 ore esatte e che mostra l’orario preciso alla vostra latitudine, rivivendo le scene più o meno famose della storia del cinema (due spiccano su tutte: Orson Welles trafitto dall’angelo meccanico sulla torre dell’orologio ne Lo Straniero, e l’esplosione del Big Bang in V per Vendetta). Se nel film sono le 14.40, lo sono anche sul vostro orologio.

L’aspetto più interessante, tuttavia, è che lo scorrere del tempo non risulta determinato soltanto dalla posizione delle lancette; è soprattutto l’attività umana che scandisce ogni istante. E così, dopo mezzanotte i personaggi vanno soprattutto nei bar o bevono alcolici, mentre alcuni si gettano tra le braccia degli amanti e altri ancora si arrabbiano per telefonate importune che li svegliano nel cuore nella notte. Tra le 3 e le 5 del mattina, le persone per lo più sognano; mentre tra le 4 e le 5 del pomeriggio, si spostano su treni, aerei e automobili, per poi iniziare a cenare dopo le 6.

Sin dal giorno del primo rilascio, il 15 ottobre 2010 alla Galleria White Cube di Londra, si è guadagnato un tripudio di allori. Ha vinto perfino il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 2011, e ha vissuto ben sei edizioni nei maggiori musei. Un successo imperdibile e un errore imperdonabile lasciarselo scappare.

Potrete ammirare The Clock dal prossimo 14 settembre 2018 fino al 20 gennaio 2019 al Tate Modern della City. L’entrata è completamente gratuita, e sebbene l’opera venga proiettata a ciclo continuo, saranno predisposti degli schermi aggiuntivi esterni per poterne godere anche durante gli orari di chiusura del museo.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0