TRASPORTI/MAPPE

Metropolitana di Londra: nasce la mappa semplificata a prova di turista

|
EU Network

Cosa sarebbe Londra senza la sua Tube? La London Underground, la più antica metropolitana del mondo, è infatti un simbolo indiscusso della capitale inglese e un’istituzione nel settore del trasporto pubblico, in grado di rendere vivibile una delle città più grandi e abitate al mondo. Questa sorta di ascensore orizzontale, se da una parte rappresenta l’arteria più importante della città, dall’altra però, presentandosi come un groviglio di vie sotterranee, terrorizza colui che non ne ha dimestichezza. E così sono diventate un cult le scene di turisti spaventati e disorientati alle prese con la famosa “Tub Map” che, a prima vista, si mostra come un enorme e indistricabile labirinto di colori.

Al fine di ovviare a questo problema, John Q. Sightseer ha pensato bene di creare una mappa della metro a esclusivo uso e consumo delle orde erranti e disorientate di turisti, che in qualsiasi giorno dell’anno affollano le strade di Londra.

Solo tre linee, dodici fermate, i cui nomi rispecchiano le attrazioni più battute dalla ingente massa di persone che visita la capitale inglese ogni anno; ed ecco che la fermata Piccadilly Circus diventa Eros, rievocando una delle sue attrazioni principali, la statua dell’Eros appunto. La fermata Westminster, invece, si trasforma semplicemente in Big Ben. mentre quella di St. Paul’s è ribatezzata senza troppi fronzoli Church. La trovata più originale e simpatica nasce, invece, da uno spunto tutto cinematografico: infatti la fermata di Notting Hill Gate viene ribattezzata Hugh Grant, in onore all’attore inglese, protagonista di una famosa e fortunata pellicola con Julia Roberts, ambientata proprio nel pittoresco quartiere londinese.

Poi tutta una serie di stazioni in cui è lo shopping a farla da padrone: Bond Street diventa semplicemente Shopping, mentre Oxford Circus viene rinominata Rough Shopping, evidenziando così il pericolo crescente a cui vanno incontro i malati compulsivi di acquisti. Knightsbridge Station, fermata famosa grazie soprattutto ai celeberrimi magazzini Harrods, luogo di culto per gli acquisti di lusso, diventa invece Posh Shopping, a sottolineare prezzi non proprio adatti a tutte le tasche.

Seguono altre fermate, anche esse simpaticamente ispirate alle attrazioni e ai luoghi comuni che portano i turisti a frequentare soprattutto alcune zone della capitale inglese. Insomma, un’idea carina e provocatoria che, perché no, potrebbe anche rappresentare uno spunto da cui partire per rendere la vita dei tanti spaesati avventori londinesi un pochino meno complicata.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1