La classifica 2017 delle linee di metro più calde a Londra

La classifica 2017 delle linee di metro più calde a Londra

di: -
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Avete presente quella sensazione di sollievo che si avverte durante i mesi invernali quando dal gelo si viene accolti dalla calda e amorevole brezza dell’underground di Londra? Ecco, diciamo che quella sensazione, seppur piacevole in alcuni mesi dell’anno, si trasforma, nei mesi più caldi, in un tormento che mette a dura prova anche la pazienza di migliaia impassibili Londoners. Ma quale sarà la linea più torrida, da evitare a tutti i costi per garantirsi la sopravvivenza nei giorni di afa?

Beh diciamo che è una domanda che suscita sempre parecchio interesse, soprattutto per chi Londra la vive sul serio. Ogni anno si cerca di capire quale siano le linee più calde della metro, così da cercare di evitarle come la peste (o forse è solo puro masochismo), e quest’anno ci ha pensato Gizmodo a redigere la relativa classifica analizzando i dati rilasciati dal Transport For London. Prendendo come riferiemento il 2016, le temperature in assoluto più alte si sono registrate sulla Bakerloo line, che ha raggiunto ad agosto la bellezza di 31.04 gradi (state già sudando vero all’idea?).

La Bakerloo line così si conferma la linea più hot di tutta la metro londinese, superando la Central line, che deteneva il primato fino allo scorso anno (non a caso è indicata con il colore rosso): la sua temperatura massima nel 2016 è stata 30.47 gradi ad agosto.

Seguono poi la Victoria Line e la Northern Line, con temperature massime intorno ai 28 gradi, Piccadilly, Jubilee e Waterloo&City. Le più fresche? Circle, Hammersmith & City, District and Metropolitan.

Ma da cosa dipende questa differenza nelle temperature a bordo della tube? Sostanzialmente si basa su elementi diversi che vanno dalle dimensioni del tunnel, la sua profondità, la ventilazione disponibile e il numero di treni e persone che vi viaggiano. Ovviamente il fattore chiave è l’aria condizionata, diffusa in tutta la Metropolitan, Hammersmith & City, e Circle line, che le rende così le più fresche. Tutte e quattro sono anche “linee sotto la superficie”, che significa che sono molto più vicine alla superficie rispetto al resto della rete, a volte passando attraverso stazioni al di fuori della superficie, come Barbican, e questo garantisce miglior ventilazione, favorita al massimo soprattutto nell’Overground.

Ciò che rende Central e Bakerloo così calde è il loro “deep level”, che fa si che i tunnel profondi e stretti siano ricchi di vapore. Non è neppure possibile installare l’aria condizionata su questi treni in quanto non c’è abbastanza spazio nelle carrozze, e inoltre, non c’è nessun posto in cui il calore possa essere rilasciato.

 La Jubilee line e la Northern, nonostante siano formate da tunnel molto profondi, riescono a mantenersi più fresche grazie al sistema di raffreddamento che viene azionato di notte e, per quanto riguarda la Jubilee, aiuta anche molto il fatto che sia una linea piuttosto recente.

Se non siete dunque amanti delle saune o, soprattutto, non siete campioni di apnea, nei giorni più hot evitate la top 3 come la peste nera: lo dice anche la scienza.

Il tuo voto: 1
Voti totali: 1

Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto
Accetta la policy privacy per poter visualizzare correttamente il contenuto

Lascia un commento

commenti