Logo Londra Da Vivere
CORONAVIRUS

Marianne Faithfull ricoverata per polmonite: positiva al Coronavirus

|
EU Network
AEMORGAN

Come è cosa ormai ben nota a tutti coloro che abbiano seguito la diffusione del Coronavirus COVID-19, il tasso di mortalità non è altissimo se rapportato a virus analoghi, ma si tratta di un male che può essere fatale sopratutto per le persone anziane con più patologie pregresse. È per questo che si teme per la vita di Marianne Faithfull, la quale è stata ricoverata in un ospedale di Londra.

La cantante 73enne è stata portata d’urgenza nella struttura sanitaria per una grave polmonite, dopo essere stata trovata positiva al tampone da Coronavirus. Le sue condizioni sarebbero stabili e la donna starebbe rispondendo bene alle cure: è quanto afferma Mick Jagger, ex storico dell’artista, Tuttavia l’ex marito John Dunbar ha riferito che la Faithfull ha difficoltà a parlare e non può ricevere visitatori.

Le stesse dichiarazioni ha rilasciato a Rolling Stone il performer e amico della diva Penny Arcade, il quale ha aggiunto che la donna si era messa in quarantena dopo aver avuto i sintomi di un raffreddore e poi, il 30 marzo, era stata accettata in ospedale dopo essere risultata positiva. “Ha sopportato ed è sopravvissuta a molto nella vita – incluso essere Marianne Faithfull – e sarebbe una tragedia se a portarla via fosse un virus”, ha concluso Arcade.

La donna ha avuto, infatti, molti problemi di salute. Da giovane ha sofferto di anoressia durante gli anni ’70, anche a causa della sua dipendenza da eroina, e successivamente con l’avanzare dell’età ha avuto un cancro al seno, l’epatite C e una forma di artrosi.

Marianne Faithfull ricoverata per Coronavirus: vita e carriera

La carriera di Marianne è iniziata durante negli anni ’60, grazie a un party dei Rolling Stones. Mick Jagger (che ha poi frequentato a lungo) e Keith Richards la lanciarono nell’olimpo della musica grazie al singolo As Tears Go By, uscito quando aveva appena 16 anni.

Prima di lasciare il cantante, la donna diventò dipendente dall’eroina, finì addirittura per diventare una homeless vivendo in strada. Al contempo in quel periodo, grazie al produttore Mike Leander che l’aveva riscoperta, furono pubblicati una serie di album molto acclamati dalla critica, come per esempio Dreamin’ My Dreams e Broken English, il lavoro della definitiva rinascita.

Tra le sue collaborazione più celebri si ricordano quella con Angelo Badalamenti, il celebre compositore della colonna sonora di Twin Peaks e sodale storico di David Lynch: nel 1995 i due pubblicarono un grande lavoro discografico, A Secret Life. Negli ultimi anni sono usciti a nome di Marianne Faithfull Kissin’ Time e Before the Poison, mentre il suo ultimo disco Negative Culpability risale al 2018.

La sua vita travagliata sarà oggetto di un film biografico di cui sarà protagonista l’attrice Lucy Boynton. Tra i temi affrontati, ha spiegato il regista Ian Bonhote, ci sarà anche le ingiustizie e le difficoltà affrontate per affermarsi in un ambiente prettamente maschile come quello dell’industria musicale.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0