Logo Londra Da Vivere
NEWS

Follia a Londra: un uomo nudo attraversa Oxford Street coperto solo da una mascherina (VIDEO)

|
EU Network
AEMORGAN

È una vera e propria “walk of shame” quella intrapresa il 24 luglio lungo Oxford Street, a Londra, da Tim Shieff. E in questo caso la vergogna, o per meglio dire le vergogne, sono quelle della tenuta adamitica adottata dal noto sportivo nel corso della sua performance, durante la quale ha percorso vari isolati mostrandosi completamente nudo, a eccezione di una mascherina chirurgica posizionata strategicamente sui genitali.

Un gesto di puro esibizionismo, una protesta contro l’obbligo sanitario o una provocazione avente come fine l’invito all’uso del dispositivo di protezione personale, lo stesso adottato da Banksy per il suo ultimo intervento di street art sulla metropolitana londinese? Difficile dirlo, ma senz’altro Schieff è riuscito a far parlare di sé in modo molto semplice e immediato, lasciando stupefatti i passanti che si sono trovati davanti il prestante atleta.

Ma chi è esattamente Tim Shieff? Il 32enne è noto al grande pubblico per essere stato un grande campione di parkour, ma anche per aver partecipato varie volte alle trasmissioni televisive Ninja Warriors UK e American Ninja Warrior, durante le quali ha sfoggiato le proprie abilità sportive.

Famigerato, invece, il suo impegno a favore del veganesimo, propagandato attraverso la sua attività di youtuber. Nel corso dei suoi video Shieff si scagliava spesso e volentieri contro i mali di una dieta carnivora, raccogliendo milioni di visualizzazioni, ma la sua credibilità è crollata quando ha confessato di aver mangiato uova e salmone.

In modo molto bizzarro l’uomo era tornato a una dieta onnivora, non senza affermare che il prossimo passo sarebbe stato quello di uccidere un animale in prima persona, come segno di coerenza. Un gesto ben poco apprezzato dalla comunità vegana, che gli è valso numerose minacce di morte e di pubblica umiliazione.

La più recente mossa pubblicitaria di Shieff è stata accuratamente pianificata, dato che dopo poche ore sui suoi account social sono arrivate fotografie e video dell’impresa, attuata in un momento piuttosto particolare per l’Inghilterra. Poco tempo fa nei supermercati sono scoppiati vari tafferugli quando alcuni clienti hanno redarguito altre persone presenti in loco a indossare la mascherina, mentre alcuni membri del personale di McDonald’s hanno cacciato avventori che non volevano coprirsi il viso.

La polizia, infatti, ha chiesto a tutti gli esercizi maggiori di chiedere ai propri clienti di apporre la mascherina come prescritto dalla legge, ma non tutti hanno accolto la richiesta: marchi come Sainsbury’s, Asda, Co-Op e Costa Coffee, per esempio, hanno affermato che non effettueranno operazioni di controllo, in quanto non di propria competenza.

Tuttavia in alcuni casi sono stati gli stessi clienti a vestire i panni dei controllori, per quanto la polizia non sia favorevole a questa degenerazione: non sempre chi non indossa la mascherina lo fa per negligenza, avendo serie motivazioni sanitarie, ma non spetta ai civili allestire processi in strada.

In ogni caso l’ennesimo stunt di Shieff ha riportato l’attenzione sulla questione, per quanto lo sportivo non sia nuovo a mosse del genere. Già nel 2014 si era fatto immortalare completamente nudo durante una sessione di parkour, grazie alla macchina fotografica dell’ex collega Jason Paul. In questo caso l’obiettivo era una raccolta fondi a sostegno dell’amico Jamie Oliver, famoso chef della televisione britannica.

j

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0