TEMPO-LIBERO/APERITIVI

Il miglior bar del mondo? E’ (ancora una volta) Dandelyan di Londra!

|
EU Network

Forse a Londra manca qualcosa per essere una città perfetta – d’altro canto la perfezione non è di questo mondo – ma non si può certo dire che nella capitale britannica manchino i bar. Sopratutto quelli di un certo livello, dove chiedere un cocktail ben differente dal Gin Tonic che tutti sono in grado di riprodurre a casa propria.

La prova sta nel fatto che ancora una volta il bar Dandelyan è stato incoronato il miglior bar al mondo da The World’s 50 Best Bars. E stranamente il premio è arrivato dopo l’annuncio, piuttosto a sorpresa, della prossima chiusura del locale, tra i più rinomati di tutta Londra. Dato che il gruppo dietro al bar è famoso per le sue tante opere di reinvenzioni di posti del genere bisognerà quindi aspettarsi qualcosa di originale e innovativo.

Il Dandelyan è stato creato dal pluripremiato bartender Ryan Chetiyawardana, meglio conosciuto come Mr. Lyan, con l’obiettivo di sfidare la tradizionale concezione del bar, prendendo spunto dall’eredità dell’hotel di lusso Sea Containers House, l’iconica location che affaccia sulle rive del Tamigi.

Gli interni del Dandelyan sono stati progettati dal leggendario designer Tom Dixon, ispirati a quelli delle crociere di lusso di una volta. Gli avventori del bar hanno imparato ad apprezzare la selezione di musica rock, funk e disco della fine degli anni ’70 e inizio ’80, ma sopratutto i cocktail inusuali, dagli ingredienti ricercatissimi e stravaganti (almeno all’apprenza), offerti a un prezzo accessibile.

Tra i tanti esempi che si possono fare vale la pena citare il menu Modern Life of Plants, diviso in tre sezioni: Menta, Uva e Luppolo. Ma è possibile anche assaggiare i cocktail senza alcol, oggetto di altrettanta attenzione al dettaglio e sempre raffinatissimi. Inoltre se si capita al Dandelyan nel tardo pomeriggio è il caso di non perdere assolutamente il che viene qui servito, accompagnato da dolcetti gourmet.

Londra in ogni caso ha dimostrato di dominare in modo assoluto la competizione, piazzando anche al secondo post un proprio locale. Parliamo dell’American Bar dell’Hotel Savoy, detronizzato proprio nel 2017. Al 46esimo posto della lista ha trovato spazio anche lo Swift: un ottimo piazzamento, tenendo conto che sono moltissime le capitali e le grandi città in tutto il mondo prese in esame da chi ha stilato la lista in questione.

Il tuo voto: 5
Voti totali: 1