TRASPORTI

A Londra arriveranno i bus senza autista entro la fine del prossimo decennio

|


I nostri bisnonni hanno assistito all’avvento delle catene di montaggio e all’automatizzazione del lavoro, ma mai avrebbero potuto immaginare questo. E in realtà non ci avremmo creduto neanche noi che da piccoli giocavamo con i robot mentre nel frattempo numerosi posti di lavori sparivano proprio a causa dell’automazione. Ma il progresso non si ferma, e il futuro è più vicino di quanto non sembri: e nel giro di una decina d’anni potremmo vedere a Londra girare una flotta di bus senza autista.

I driverless bus sono uno dei progetti tecnologici più interessanti al momento. Soprattutto perché la tecnologia c’è, ed è già stata sperimentata con successo. A Heathrow abbiamo i driverless pod che effettuano brevi servizi di transfer su navette senza conducente.

Ma in tutto il mondo i driverless bus sono già stati sperimentati da più parti. E l’anno scorso, nella zona di North Greenwich, è stato effettuato con successo il test di un driverless van che ha portato in giro senza intoppi un totale di 100 passeggeri.

I driverless bus sono la risposta della scienza a uno dei grandi problemi delle grandi città, ovvero gli incidenti stradali causati da un traffico troppo pericoloso. Le macchine automatizzate dovrebbero dare spazio agli utenti della strada più vulnerabili, come pedoni e ciclisti, evitando così il rischio di collisioni.

Ma se da un lato si guarda allo sviluppo tecnologico, dall’altro si tiene sott’occhio la risposta della TfL, più volte accusata di non riuscire a mettersi al passo con le nuove tecnologie. Questo, dopo i disaccordi recenti che ci sono stati tra la società dei trasporti londinesi e Uber.

Si guarda anche ad altre tecnologie che potrebbero cambiare in futuro il sistema di trasporti, come le dockless bike, già attive in varie zone della città col sistema oBike.

Dal suo canto Michael Hurwitz, Direttore delle Innovazioni nei Trasporti della TfL, ha sottolineato come la compagnia collabori continuamente con diverse startup per accordarsi alle nuove tecnologie e fare in modo che queste si sviluppino e lavorino all’interno della città garantendo le norme per la sicurezza di tutti.

Gli esperti stimano che i driverless bus possano prendere piede totalmente a Londra entro il 2030, cioè nel giro di poco più di un decennio. Staremo a vedere.

Il tuo voto: 0
Voti totali: 0

EU Network